Cresce in fretta il mercato mobile del Ghana

Il mercato mobile ghanese continua a far registrare ritmi di crescita sostenuti con 400mila nuovi sottoscrittori in un solo mese. Parallelamente il Governo sceglie di investire in maniera decisa nello sviluppo della rete in fibra ottica.

Il boom del mobile

Il mercato mobile del Ghana sta conoscendo una fase di forte espansione. Lo confermano i dati elaborati e resi noti dalla National Communications Authority (NCA), organismo pubblico ghanese che regolamenta il settore delle telecomunicazioni. Secondo l’ultimo report, nel mese di febbraio, le sottoscrizioni di abbonamenti per telefonia mobile sono cresciute di 400mila unità, superando quota 31 milioni. La performance migliore l’ha avuta MTN (+173mila), che resta il primo operatore del paese; a seguire ci sono Vodafone (+123mila) e Tigo Mobile (+61mila). Un leggero calo, invece, lo hanno fatto registrare gli abbonamenti per l’uso dei servizi dati che sono scesi di circa 1000 unità, a 15,8 milioni. Lette nel loro complesso le cifre confermano una sempre maggiore diffusione dei cellulari tra la popolazione per usi che vanno anche oltre la semplice “telefonata”. Una ricerca condotta da GeoPoll e World Wide Worx, infatti, rivela che la principale attività svolta dai ghanesi attraverso il loro apparecchio mobile è l’utilizzo di Facebook (54% degli intervistati), seguito dalla navigazione su internet (51%), dall’invio di SMS e dall’ascolto delle radio in FM (entrambi al 40%).

corridoioghana

La strada ghanese verso la digitalizzazione

Lo sviluppo di internet e l’avvio di un serio processo di digitalizzazione rappresentano delle priorità per il Governo ghanese, che vuole migliorare l’accesso alla rete sia in termini di penetrazione territoriale che di velocità ed efficienza. Per farlo, però, sono necessari importanti investimenti in infrastrutture come quelli messi in campo con il progetto del “Corridoio Orientale in fibra ottica”, inaugurato nel maggio scorso, dal Presidente John Dramani Mahama. Alcatel-Lucent e la National Information Technology Agency (NITA), braccio operativo del Ministero delle Comunicazioni ghanese, hanno realizzato una rete in fibra ottica che collega il nord ed il sud del paese, con lo scopo di connettere gli uffici centrali del Governo con le loro diramazioni periferiche. L’opera, avviata nel 2012, è costata 38 milioni di dollari, e nel suo percorso attraversa 20 distretti territoriali ed oltre 120 comuni. Si tratta del primo passo di un programma che punta a modernizzare la pubblica amministrazione, per poi espandere i benefici di questa digitalizzazione anche ai settori dell’istruzione, della salute e della giustizia.