Gartner Inc: i mercati emergenti trainano la vendita di smartphone

Un report a firma della Gartner Inc fa il punto sulla vendita mondiale di smartphone. Il mercato continua la sua fase di espansione in doppia cifra: +15%. A fare la parte del leone sono i paesi emergenti, mentre la corsa di quelli più avanzati rallenta.

Il mercato globale degli smartphone

Gartner Inc, società di consulenza e ricerca nel campo dell’IT, ha pubblicato un report sull’andamento internazionale del mercato degli smartphone. Nel terzo trimestre del 2015, la crescita su base annua del settore è stata del 15,5%, confermando un incremento a doppia cifra. Gli attori principali del mercato restano essenzialmente due, Apple e Samsung, con un terzo “incomodo” in rapida ascesa: Huawei. Samsung continua a detenere la fetta di mercato più grande (23,7%), pur se in leggera flessione; Apple cresce fino a toccare quota 13,1%, e si conferma leader nel segmento dei telefonini di lusso. Dietro accelera il suo sviluppo il colosso cinese Huawei, che si piazza terzo (7,7%) e scalza Lenovo. Sul fronte dei sistemi operativi la competizione è molto meno accesa: Android ha in mano l’84,7% del mercato, dietro c’è Ios (13,1%) e, molto staccato ed in calo, Windows (1,7%).

Il ruolo dei paesi emergenti

La crescita del mercato smartphone è una costante in tutto il mondo. Non tutti i paesi, però, si muovono alla stessa velocità e, contrariamente a quanto si potrebbe pensare, la parte del leone la fanno gli stati emergenti e non quelli sviluppati. Nelle nazioni economicamente più avanzate, infatti, il boom dei dispositivi smart sta rallentando, e il tasso di crescita è sceso all’8,2%. Nei paesi emergenti, invece, il trend è opposto: la corsa è sempre più sostenuta e ha raggiunto il picco del 18,4%. La ragione è da ricercarsi soprattutto nella sempre più diffusa commercializzazione di dispositivi smart a basso costo, che possono essere acquistate anche dalle fasce meno ricche della popolazione.