quantum computer

Un salto nel futuro: cos’è un computer quantistico?

Tanto spesso sul nostro blog trattiamo di Intelligenza Artificiale e progresso tecnologico, vediamo perciò che cos’è un computer quantistico (o computer quantico).

Le origini di questa tecnologia si fondano su uno studio approfondito che dura da molto tempo, è dagli anni 80 infatti che viene studiata la possibilità di creare un elaboratore in grado di sfruttare le leggi della fisica e della meccanica quantistica per riuscire a superare le prestazioni dei supercomputer, arrivando quindi a toccare con mano l’intelligenza artificiale.

Un computer quantistico è una macchina in grado di elaborare i dati sfruttando come unità fondamentale il qubit, a differenza del calcolo elettronico, alla base dei computer tradizionali, la cui unità fondamentale è il bit. Grazie a questo un computer quantistico riesce ad eseguire calcoli complessi in pochi secondi per cui un supercomputer odierno impiegherebbe anni.
Alla base del funzionamento di queste macchine prodigiose c’è la possibilità di potere affrontare task di elevatissima complessità elaborando contemporaneamente più soluzioni.

qubit

È importante ribadire che questa tecnologia è oggi in uno stato ancora embrionale, poiché lo sviluppo di questi sistemi informatici è dato dalla manipolazione controllata di atomi e particelle, la loro connessione e comunicazione, infine lo sviluppo di algoritmi adatti.

Il funzionamento di un computer quantistico

Il computer quantistico funziona basandosi su due leggi della meccanica quantistica:

  • Il principio di sovrapposizione: si tratta della possibilità delle particelle di trovarsi contemporaneamente in più stati diversi.
  • La correlazione quantistica (entanglement): esprime la correlazione che esiste tra due particelle o due qubit e in base a questo principio è possibile conoscere lo stato di una particella (o qubit) misurando l’altra con la quale ha il vincolo. Nell’ambito dell’informatica significa accelerare enormemente la velocità di calcolo.

Si tratta di una velocità inimmaginabile per la mente umana, una potenza di calcolo davvero immensa che però attualmente deve fare i conti con lo sviluppo tecnologico che, ad oggi, necessita ancora di passi in avanti, ma che anticipa quello che sarà certamente il nostro futuro.

 

Source: ai4business.it